09/03/09

collevecchio



Incroci di vite, di speranze, di esperienze, di sentimenti per un progetto di un futuro più sereno nella splendida cornice del convento di sant'Andrea a Collevecchio.

Grazie Angela per il meraviglioso incontro che ci hai regalato e grazie a tutti gli

amici presenti in un posto magico che mette a nudo tutte le anime.

L'intrecciarsi di frammenti di vita portati da Ettore e Clotilde, Marina, le Stefania, le Elisa, Chiara, Marco, Daniele, Mimmo, Sandro, le Cinzia, Elena, Mario e via via tutte le decine di persone che con il loro carico di umanità ci hanno fatto capire di aspirare ad un mondo molto diverso da quello opprimente di oggi.

Occasione dell' incontro la presentazione del libro di Angela Altieri MacDonald "L'era della debolezza", presentato e curato da Ettore Masina.

Un libro di vita vissuta, un intreccio di gioie e di dolori, scritto con rara intensità umana e pubblicato per finanziare dei progetti di solidarietà in parti del mondo dove imperano la miseria e il dolore.

Grazie Angela.



9 commenti:

Antonella ha detto...

Ho letto un bellissimo libro che tratta dell'" Età della debolezza" che è " La forza del carattere" - James Hillman. Con il tempo se il fisico si indeboliosce, il carattere ha la possibilità di forgiarsi al meglio.
un abbraccio

masaccio ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Chiara Milanesi ha detto...

Ci siamo stati.
Ci siamo.
Non perdiamoci.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Siamo tornati la (almeno alcuni di noi)
Altri abbiamo conosciuto (Chiara un abbraccio fortissimo)

Non ci perderemo.

Ciao
Daniele

Anonimo ha detto...

...e non dimentichiamo i frammenti di vita che ha portato Sileno!! :-)
No, credo proprio che non sarà possibile perderci.
Ti abbraccio
Stefi

Angela ha detto...

Sileno, sono così intensamente travolta da tutto che non riesco ancora a sedermi, respirare, cominciare a scrivere il mio grazie...

Alessandra ha detto...

bentornato Sileno!

te mi racconti di un occasione unica.
di un'esperienza che lascia un segno profondo nella vita, una sola parola ...amicizia.

^___^
belllllissimo

Ale

Anonimo ha detto...

Esperienza meravigliosa, hai ragione Sileno, Collevecchio come un campo di nudisti dell'anima, e il tuo carico di umanita' è prezioso per tutti noi.
Un abbraccio
Mimmo

riri ha detto...

Ciao, deve essere una bella esperienza, anche una delle mie sorelle va spesso in ritiro spirituale, è un pò diverso dai vostri incontri, ma rende l'animo leggero, si fa volontariato e si sta in pace con se stessi e con gli altr. Un abbraccio