14/11/08

Pensiero


Non concepire più nessun dio e non concepirai l'inferno.

(Friedrich Durrematt- la valle del caos)

4 commenti:

marina ha detto...

Stringato. Ed ineccepibile a mio parere.
grazie, marina

giorgio ha detto...

L'inferno lo si può concepire solo se si concepisce un paradiso: la frase esatta dovrebbe essere: non concepire un paradiso e non concepirai l'inferno. Quanto a un dio, credo si possa concepire un dio-totalità che non crea paradiso e inferno separati, ma che è inferno-e-paradiso-insieme, mescolati, come la nostra vita che, come sappiamo, è un cocktail di tutto, bene e male, ecc.ecc. Se riusciamo a concepire un dio così, credo che possiamo vivere sufficientemente tranquilli... Sottolineerei invece gli immensi danni che può fare chi pensa che da qualche parte ci sia un paradiso (o un inferno). Ciao, Giorgio.

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

Giusto anche se l'inferno che esiste su questo pianeta a prescindere dall'esistenza di Dio è cmq presente.

JANAS ha detto...

giusto daniele ..ma bisogna anche vederne il paradiso! Se vediamo solo il male..vediamo solo l'inferno!