31/01/09

il villaggio

sette case nel tacito borgo,
settePleiadi un poco più su.
(Giovanni Pascoli)

Un piccolo villaggio ai confini del Parco delle Dolomiti bellunesi


l' estate cominciano a maturare i frutti

la casa più antica anteriore al 1500


sulla cucina economica, quasi cotta la polenta


piccolo gioiello da un villaggio in montagna

Dedicato ad Angela con l'affetto di tutti i suoi amici.

19 commenti:

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Ovviamente mi associo alla dedica!

Angela ha detto...

troppo amore...ma grazie a dio, quello che non fa male!
non vedo l'ora di mangiarla quella polenta...

Anonimo ha detto...

...la cucina economica e la polenta... ricordi d'infanzia...
anche io con voglia di rigustarne i sapori.
Il mio affetto per te, per Angela, per tutti gli amici conosciuti e, perchè no, per quelli che lo diventeranno.
Stefi

Alberto ha detto...

Ogni tanto angoli di mondo così ti ridanno l'armonia di cui si ha bisogno. Ciao.

Saretta ha detto...

che malınconıa che mı faı venıre con queste ımmagını pıene del mıo mondo.
grazıe mılle.
un abbraccıo

Farfallaleggera ha detto...

Mi associo alla dedica...Le foto sembrano di un'epoca oramai remota, fa mi fanno ricrdare la mia infanzia....Grazie sileno, un graziedi cuore...Giò

giorgio ha detto...

Vedendo la foto della cucina economica mi è venuto dispiacere per il fatto che mio figlio di 8 anni non farà mai l'esperienza di quell'ambiente e di quella semplicità.
Accidenti, ecco cosa dobbiamo insegnare ai giovani d' oggi: la poesia e la complessa ricchezza della semplicità.
Ciao, Giorgio.

Alessandra ha detto...

eccolo il "mio" Sileno (perdona la confidenza!) che mi riavvicina (come se ce ne fosse bisogno!!!!!) alle mie origini venete ... polenta "maranella"... ma soprattutto ritrovo qui, nel tuo post, quell'affetto dei famigliari e degli amici vicentini... che scalda il cuore sempre!

un abbraccio Ale

Sa ha detto...

Ciao, piacere, io sono Sa! ( manina che si porge)
sono rimasta affascinata dal tuo blog, l'ho sbirciato tutto, e lo trovo commovente poetico e vero.
Ora che ci penso benem la sensazione che ho avuto è stata quella di respirare a pieni polmoni aria pura.
Le tue foto e le tue parole mi costringono a dirti: grazie!!!!!!!
Buona serata domenicale.
Sa

Tereza ha detto...

quando mi affaccio qui da te respiro: che sia memoria e consapevolezza o immagini di luoghi di cui mi sembra di "sentire il silenzio" fa poca differenza,Sileno.
Tu sai dare comunque la sensazione di una porta aperta su un posto semplice, accogliente e ben riscaldato, di un locale con sempre una sedia ancora libera per il prossimo ospite...e non è davvero poco...

Luciano ha detto...

Ho letto delle belle parole in questo blog: "Perché non accada più in nessuna parte della terra".
Bene io da qualche giorno ho un sogno e vorrei che diventasse realtà. Per questo ti chiedo di venire a leggere il mio ultimo post e fare qualsiasi cosa utile affinchè il mio sogno e forse il Tuo diventi realtà.

marina ha detto...

hai ricostruito tutto un mondo, dai versi di pascoli (un gioiello) alla nostra angela(il vero gioiello)
grazie, marina

Antonella ha detto...

Carissimo, il tuo blog è così caloroso. E poi ... la polenta... non dovevi postarmela davanti agli occhi!!! un abbraccio grande

Artemisia ha detto...

Ciao, Sileno! Grazie per queste belle e rilassanti immagini!

Paola ha detto...

Wowowowow....bellissimo angolo di perfetta armonia...senza la vita quotidiana che ti soffia sul collo...
Assaporare le cose semplici che ti riempiono il cuore di felicità e serenità...
Una dedica stupenda...
Dolce notte bacioni

Anonimo ha detto...

Grazie Sileno! Le tue immagini e le tue parole ci riportano a quell'amore per la semplicità, per le cose buone e autentiche, che a volte smarriamo nelle miserie di tutti i giorni. Dolcissimo dedicarlo ad Angela con tutto il nostro affetto.
Ti abbraccio
Mimmo

sileno ha detto...

@ Daniele, Angela e Stefi, sono impaziente di reincontrarvi, ancora una trentina di giorni.
@ Alberto: grazie per la visita e complimenti per il tuo blog.
@Saretta: il tuo mondo è molto più vasto e ne hai di lavoro da fare per migliorarlo, un forte abbraccio.
@ Farfallina, il tempo corre implacabile e il mondo di ieri sembra già ingiallito.
@ Giorgio, chissà che non si presenti l'occasione di far conoscere quel mondo a tuo figlio.
@ Ale: è un motivo di orgoglio essere "il tuo Sileno", incontrarti è stato un vero piacere.
@ Sa: sono contento di averti fatto respirare l'aria dei boschi.
PS: anche i tuoi sassi portano in altre dimensioni, complimenti!
@ Tereza, hai colpito nel segno, quella casa in questi ultimi anni ha ospitato visitatori dal Portogallo alla Malesia, una ragazza canadese ci ha passato la luna di miele...
@ Luciano sono con te a lottare contro tutte le guerre, ma non siamo soli, tutti i lettori di queste pagine sono con noi.
@ Marina: mi consideri troppo, a volte mi chiedo come faccio a superare l'esame della Prof. con tutte le banalità che scrivo.
@ Antonella e non sai cosa sta cucinando nei tegami accanto al paiolo.
@ Artemisia: Il mondo è piccolo, chissà?
@ Paola, credo che per un tecnico ambientale ci sarebbe poco lavoro in quel posto, tant'è vero che anche mio figlio si è dovuto trasferire per fare il tecnico ambientale da qualche altra parte
@ Mimmo: anche tu insonne?
Ciao e: Arrivederci presto!

rodocrosite ha detto...

Non vedo l'ora che sia estate: ho una voglia matta di montagna!

JANAS ha detto...

ehi bellissime foto e ricordi...ah! anche a me la cucina economica mi ha fatto fare un tufo nel passato....
quella cucina li bianca..con la caldaia per l'acqua, e la polenta avvanzata messa a riscaldare, sono ricordi così lontani ..che a volte penso di averli sognati!