18/01/09

attorno alle Tre Cime

silene acaulis
schizzi di colore tra rocce brulle e la vita vince ancora...


lassù vicino al cielo


dedicata a Chiara


in ricordo della sua mamma



papaver alpinum

tremolii nella brezza, anelanti il sole

Ma la montagna resta immobile, ricorda
e veglia col suo amore.

(R. Tagore)



14 commenti:

Chiara Milanesi ha detto...

Davvero un grande regalo...
Le 3 cime sono certamente le più spettacolari ed eleganti montagne del mondo...E poi c'è tanta di quella storia là attorno...basta pensare al vicino Paterno con la morte tragica e romantica di Sepp Innerkofler...Se non sbaglio la foto che hai fatto deve essere stata presa dalla Grava Longa (Forcella Lavaredo)...
Troppi anni che non le vedo più....
Devo rimediare...
Grazie ancora.

giorgio ha detto...

Il tuo post è religioso, sembra una Messa, una VERA funzione religiosa. Le montagne ci richiamano al mistero, quindi allo spirituale e alla religiosità, che è altra cosa rispetto alle diverse Chiese.
Lo Spirito è Uno, non è diviso a spicchi e non appartiene a nessuno in particolare.
Giorgio.

giorgio ha detto...

Aggiungo in coda al commento precedente:

Come le montagne.

marol ha detto...

ciao
quest'estate mi sono ripromesso di fare il giro delle tre cime, ernia permettendo.
le foto mi hanno dato nuovo stimolo in questa direzione.

sabrina ha detto...

Bè la montagna è bellissima, anche senza neve. Una buona domenica da Sabrina

marina ha detto...

Splendide foto e poi, questi segni di vita che rinasce!
E i pochi versi di Tagore sono fermi come le rocce.
Ti ringrazio ancora una volta Sileno!
marina

sileno ha detto...

@ Chiara, esattamente dalla Grava Longa; conosci le Tre Cime meglio di me.
@ Giorgio sai usare parole straordinarie, aprendo, contemporaneamente nuovi scenari come in tutti i tuoi post.Grazie
@ Marol: è un giro non troppo impegnativo, ma ti consiglio anche il Monte Piana dal quale si gode una vista meravigliosa sulle Tre Cime, inoltre il tempo su quell'altipiano, sembra fermato al 1916.
@ Sabrina, anche se abiti in un dei posti più incantevole del Tirreno, un giretto sulle Dolomiti
merita.
@ Marina grazie a te che con i tuoi post dai sempre modo di pensare e questo è un grande regalo.

Paola ha detto...

Buongiorno a tutti...
Dolomiti incanto naturale, foto stupende e Tagore ne avvolge l'ulteriore bellezza...
Sai quando mi reco in montagna a sciare salgo nel punto più alto mi siedo sulla neve soffice, mi soffermo ad ammirare, respirare, pensare e sognare di fronte a tanta meraviglia... mi emozionano sempre..
Beh scappo il lavoro mi attende...un grosso bacione ciao ciao

Artemisia ha detto...

I tuoi schizzi di colore sono particolarmente graditi in questa giornata cosi' grigia.
Ma la piantina della prima foto e' detta anche "pan di marmotta"? O e' un'altra pianta?

sileno ha detto...

@ Paola
grazie per la visita e particolarmente per il graditissimo bacione!!!
@ Artemisia
la silene acaulis è conosciuta come silene a cuscinetto, ma nel trentino anche come pan di marmotta.Ciao

riri ha detto...

Belle le foto, mi fai venir voglia di andare in montagna,poi le 3 Cime..che spettacolo della natura!!
Descrizione poetica..come sempre.
Ti abbraccio e grazie.

Alessandra ha detto...

che magnifico pensiero!
"rubo" con gli occhi queste immagini bellissime che rendono l'animo più dolce. Grazie! amo la montagna e quel che regala al mio cuore nella stagione estiva.
Alessandra

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Adoro Tagore e le tue foto sono superbe!

M.Cristina ha detto...

Che bel momento il tempo trascorso nel tuo blog. Aria, cielo, spruzzi di colore e per finire un bel pensiero di Tagore... la mente ed il corpo riossigenati, ok! posso tornare al quotidiano.
Grazie